L’écologie imparfaite : rester réaliste et faire de son mieux

Ecologia imperfetta: rimanere realistici e fare del tuo meglio

Quando sei un marchio che si prende cura del suo impatto ambientale, ti esponi a tutta una differenza di comunità e opinioni sull'ecologia: rifiuti zero, vegetariani, vegani, pro-cosmetici fatti in casa, fashionisti etici, minimalisti, ecc. Spesso è difficile, se non impossibile conciliare tutto e soddisfare tutti.

Ogni volta che qualcuno o qualcosa cerca di prendersi cura della propria impronta ecologica, devono affrontare aspettative ancora più grandi di quelle che sarebbero state senza di essa. "Ok, sei un'azienda francese, ma produci ancora altrove...”

Dovremmo fermare tutto, boicottare tutto, fare tutto da soli, ottimizzare tutto…

Amazon quando siamo verdi: usare o boicottare? Lettura Ecologia imperfetta: rimanere realistici e fare del tuo meglio 3 minuti Prossimo Minimalismo: i migliori consigli per il tuo interior design

Quando sei un marchio che si prende cura del suo impatto ambientale, ti esponi a tutta una differenza di comunità e opinioni sull'ecologia: rifiuti zero, vegetariani, vegani, pro-cosmetici fatti in casa, fashionisti etici, minimalisti, ecc. Spesso è difficile, se non impossibile conciliare tutto e soddisfare tutti.

Ogni volta che qualcuno o qualcosa cerca di prendersi cura della propria impronta ecologica, devono affrontare aspettative ancora più grandi di quelle che sarebbero state senza di essa. "Ok, sei un'azienda francese, ma produci ancora altrove...”

Dovremmo fermare tutto, boicottare tutto, fare tutto da soli, ottimizzare tutto…

La perfezione non esiste

Non è fatto in Francia, produce rifiuti, l'imballaggio potrebbe essere kraft, si vende anche su Amazon, ecc…

Come osiamo includere l'ecologia nella nostra tabella di marcia? Noi che lavoriamo con il grande diavolo Amazon e produciamo i nostri prodotti all'estero?

Sì, non siamo perfetti.

Sì, possiamo ancora migliorare.

Sì, miglioreremo.

Sì, tutti gli imballaggi saranno kraft, alla fine.

Il mondo in cui viviamo è esso stesso il risultato di compromessi. Piuttosto che cercare di fare tutto alla perfezione, cerchiamo di fare del nostro meglio, con la massima sincerità.

Naturalmente abbiamo bisogno di persone che sostengano aziende responsabili, rifiuti zero, energia verde…

Ma dobbiamo anche smettere di sostenere costantemente e soprattutto senza compromessi, un cambiamento radicale immediato, un tutto o niente. Speriamo in un cambiamento, pur essendo consapevoli che ci vorrà tempo e fatica. Dobbiamo essere in grado di evidenziare gli sforzi e le iniziative, anche quando le troviamo imperfette.

KIBODO nasce nel febbraio 2019 (con il nome Bamboo Electronics), con un primo prototipo arrivato in aereo, e nessuna particolare soluzione di packaging ... Presto 2 anni dopo, centinaia di persone sono state in grado di ottenere i nostri prodotti, trasportati in treno, spesso confezionati in imballaggi di plastica.

Se avessimo aspettato di essere perfetti, non avremmo mai iniziato.

E siamo ancora lontani dall'essere arrivati, forse un giorno i nostri prodotti saranno coltivati e realizzati in Francia. Chi lo sa? La sfida è enorme! Ma se un giorno si realizzerà, sarà grazie ad ogni supporto, ad ogni ordine, a persone che si sono fidate di noi quando eravamo ancora molto imperfetti ... e chi avrà, con il loro sostegno di una società imperfetta oggi, ha reso possibile creare un domani più pulito.

Quindi, se il desiderio ti dice di offrire, o di offrire te stesso a te stesso… Una tastiera di bambù, con il suo aspetto naturale, e le sue imperfezioni(che rendono il suo fascino). Potresti non comprare il made in France perfettamente ecologico di oggi, ma quello di domani.